lunedì 25 settembre 2017

Elezioni Germania, raffronti interessanti

L'immagine a sinistra mostra la densità di immigrati nei lander tedeschi, l'immagine a destra invece evidenzia i lander dove AfD ha avuto i migliori risultati. Il partito xenofobo raccoglie i maggiori consensi dove non ci sono stranieri. Vince la paura.

Song of the Day


Il 22 settembre, venerdì scorso, è uscito Ununiform, il nuovo album di Tricky. Il tredicesimo disco del pionere del trip-hop di Bristol è stato concepito in Russia e registrato a Berlino. Tra i collaboratori ci sono tre rapper russi, Francesca Belmonte e anche Asia Argento.


Tutto finito


domenica 24 settembre 2017

Germania, cosa cambia lo dicono i flussi elettorali

La CDU di Merkel perde dieci punti, i socialisti ne perdono cinque, ambedue i partiti sono ai minimi storici. Merkel paga soprattutto il crollo in Baviera, ma l'ultradestra di AfD cresce molto ovunque e in Sassonia nello spoglio parziale è addirittura il primo partito.
I flussi elettorali solitamente appassionano solo i fissati, ma già in Germania si fanno le prime analisi e questa volta sembrano degne di nota. I voti a AfD arriverebbero da tutti gli altri partiti, ovvio. Interessante come la prima sorgente siano i Nichtwähler, gli astenuti. L'affluenza elettorale è cresciuta di cinque punti, da 71.5 a 76.5%. Altrettanto interessante che dall'estrema sinistra di Linke travasino a destra quasi tanti voti quanti quelli provenienti dai socialisti, che però avevano tre volte e mezzo gli elettori di Linke. In percentuale è Linke a offrire all'ultradestra di AfD il maggior numero di elettori. E questo fa riflettere, dimostrando che il populismo, anche quello più detestabile e xenofobo, trova sponde insospettabili nell'elettorato di sinistra.
Peraltro Linke non perde consensi, anzi ha un leggero incremento, dovuto probabilmente ai voti arrivati dell'elettorato socialista.


sabato 23 settembre 2017

Frasi Famose di V. Raggi [57]

"La Capitale sia il modello per l'Italia".

Virginia Raggi oggi nella lettera pubblicata da Il Messaggero.

 

Nel web si discute e si decide. Ma anche no

I Casaleggios oggi hanno bloccato su twitter Jacopo Jacoboni de La Stampa, uno dei giornalisti più brillanti nell'analizzare e raccontare il M5S.


mercoledì 20 settembre 2017